Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 24 Novembre 2020

157

Quanto devono essere state pesanti queste parole alle orecchie degli interlocutori di Gesù.

Il tempio… maestoso e sontuoso… bello e possente… frutto di fatiche… di anni di costruzione… di soldi…
Il tempio… fondamentale per il significato spirituale che poteva avere a quei tempi… luogo di culto… punto di riferimento…
Il tempio… opera umana che parla di Dio…
Non sarà lasciata pietra su pietra che non sarà distrutta!

Tutto è relativo… tutto ha senso solo nell’ottica dell’eternità… e non per la sua durata, ma per il senso che ne diamo.

Ci sono opere… progetti… attività… iniziative… programmi… organizzazioni che ci costano fatica. Che diventano gli obiettivi della nostra vita… sui quali investiamo tempo, denaro, fatica e illusioni… che poi, però possono svanire in un attimo… potrebbe non rimanere nulla!

Il vangelo di oggi mi ricorda proprio questo: tutto è relativo, tutto possiede un valore che non viene dalla somma della fatica, del tempo e del materiale… ma dal significato che ne diamo nella nostra vita di fede!

Siamo disposti a perdere tutto, ricordando che ciò che è essenziale, il nostro rapporto con il Signore, non ci verrà mai tolto?
Siamo disposti a fare tutto per la gloria di Dio, sapendo che questa potrebbe manifestarsi nella rinuncia di questo tutto?
Siamo consapevoli che tutto ciò che possediamo e facciamo non vale quanto la nostra salvezza?

Se davvero dei progetti della nostra vita non rimarrà pietra su pietra… ciò che dobbiamo pensare è che alla fine, quello che conta veramente… è la mia relazione con Gesù, è lì la vita eterna!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay