Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 23 Marzo 2021

1

Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire…
Sembrano parlare due diverse lingue…
Gli interlocutori di Gesù sono completamente schiacciati sulla sua umanità senza aprirsi alla possibilità della divinità.
E non comprendono… e non credono… non si aprono alla dimensione soprannaturale…
Chi sei Gesù? Chi sei per me?
Dalla risposta a questa domanda dipende davvero tanto.
A volte si considera Gesù solo nella sua umanità considerandolo solo una persona da imitare. Imitare il suo modo di comportarsi… imitare il suo cuore grande… la sua misericordia… la sua capacità di accoglienza…
Non è sbagliato cercare di imitarlo, ciò che è sbagliato è perdere di vista la sua divinità…
Oggi forse si tende troppo a psicologizzare Gesù… ad umanizzarlo perdendo di vista la sua divinità.
Come è vero uomo… è anche vero Dio. Se fosse solamente vero uomo, non sarebbe diverso da tante brave persone e bravi personaggi… ma è anche vero Dio e senza perderci nel gioco di parole… la grandezza di questo Dio è che è “sceso” a livello della nostra umanità con l’unico obiettivo di innalzarci alla sua divinità!
Come un padre con suo figlio…
Dio non ci scruta dall’alto in basso ma scende al nostro livello per guardarci negli occhi, amarci e farci crescere al suo livello… come un padre con suo figlio…

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay