Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 21 Giugno 2021

107

Ci sono pensieri spontanei che ci vengono in mente senza nessuna volontà… si formano nella nostra mente, a volte, senza neanche sapere perché…

Altre volte si creano anche pregiudizi per cose sentite da altri o anche sperimentate in passato…

E così, dentro la nostra mente si vengono a creare simpatie o antipatie… sospetti… giudizi o pregiudizi…

Nulla di tutto questo è giusto o sbagliato. Nulla. Si creano per misteriosi o complicati meccanismi psicologici… a motive delle nostre storie… dei nostri vissuti… magari anche di nostre ferite passate… ma nulla può di quello che la nostra mente sente può essere giudicato come giusto o sbagliato… proprio perché non dipende dalla nostra volontà.

Ciò che invece dipende dalla nostra volontà è… quello che ce ne facciamo di quello che sentiamo!

Con il suo modo dire, Gesù condanna, non il semplice pensiero che ci viene in mente su una persona… ma la condanna, l’etichettare la persona sulla base di un giudizio… Insomma, la tendenza a non dare nessun’altra possibilità ad una persona che ti ha deluso… o che ha sbagliato… o per la quale provi antipatia… o che magari in passato ti ha fatto dei torti.

Del resto… Lui con noi non si comporta così! Lui si getta dietro le spalle i nostri errori e inizia con noi una storia nuova! Perché non possiamo fare anche noi lo stesso con gli altri?

Di ciò che senti non sei colpevole… ma ne sei responsabile.
Agisci solo dopo averne parlato con Dio!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 21 Giugno 2021
Articolo successivodon Ezio Falavegna – Commento al Vangelo del 27 Giugno 2021