Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 21 Gennaio 2020

348

Prima l’uomo, poi tutto il resto.
Gesù ci insegna a mettere l’altro al primo posto… l’altro… la persona.
Tutto il suo insegnamento è finalizzato all’Amore e amare è mettere sempre l’altro al primo posto.

Se il sabato è fatto per l’uomo… allora tutto è fatto per l’uomo e questo purtroppo, a volte, ce lo dimentichiamo diventando schiavi di cose… di situazioni… di apparenze… di strutture.

Gesù ci insegna il primato della persona.
L’essere umano è tanto importante che Dio stesso ha scelto di incarnarsi, di frasi in tutto simile a noi. Deve esserci qualcosa di interessante quindi.

Ecco il messaggio nascosto dentro il vangelo di oggi: tu, agli occhi di Dio, sei interessante… per Lui sei importante… sei da mettere al primo posto… sei da amare.

Se siamo credenti non possiamo sottovalutare l’uomo… l’altro… ma anche noi stessi.
L’unico approccio possibile nei confronti dell’altro è l’amore!
L’unico approccio possibile nei nostri confronti è l’amore!
Insomma… dobbiamo imparare a prenderci cura di noi stessi… e gli uni degli altri…

È questo lo stile che ci ha insegnato Gesù!

Fonte


Il sabato è stato fatto per l’uomo e non l’uomo per il sabato.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 2, 23-28 In quel tempo, di sabato Gesù passava tra i campi di grano e i suoi discepoli, mentre camminavano, si misero a cogliere le spighe. I farisei gli dicevano: ” Guarda! Perché fanno in giorno di sabato quello che non è lecito?”. Ed egli rispose loro: ” Non avete mai letto quello che fece Davide quando si trovò nel bisogno e lui e i suoi compagni ebbero fame? Sotto il sommo sacerdote Abiatàr, entrò nella casa di Dio e mangiò i pani dell’offerta, che non è lecito mangiare se non ai sacerdoti, e ne diede anche ai suoi compagni!”. E diceva loro: “Il sabato è stato fatto per l’uomo  e non l’uomo per il sabato! Perciò il Figlio dell’uomo è signore anche del sabato”. Parola del Signore