Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 2 Settembre 2020

98

Sicuramente Gesù ha guarito tante persone… e sicuramente continua a farlo… ma la guarigione fisica non è niente in confronto alla salvezza.

Lo so che quello che ho appena scritto può sembrare duro da accettare, ma è necessario fare chiarezza.

Gesù non è un guaritore, Gesù è il salvatore e la salvezza non necessariamente passa attraverso la guarigione fisica.

Nel vangelo di oggi Gesù guarisce la suocera di Pietro ma anche tantissimi altri ammalati… ma alla fine Lui stesso dice: “È necessario che io annunci la buona notizia del regno di Dio anche alle altre città; per questo sono stato mandato”.
Non dice: “è necessario che io guarisca altre persone…” ma “che io annunci la buona notizia del regno di Dio”.

Questa è la missione di Gesù: annunciare l’amore di Dio. Questa è la buona notizia. Non siamo più soli… siamo profondamente e unicamente amati da Dio. E questa notizia è più forte e più importante di ogni guarigione perché ciò che ci salva non è la buona salute ma l’amore di Dio!

Certo… non significa, ovviamente, che non dobbiamo fare tutto il possibile per stare bene e mantenere la nostra buona salute. Del resto, la vita è un dono di Dio… ma ciò che significa è che ciò che fa la nostra vita bella e unica non è la salute, ma l’essere amati da Dio.

Poveri, malati, peccatori, feriti, traumatizzati… qualunque sia la nostra storia… noi siamo amati da Dio… questo ci salva… solo questo… e la salvezza… la vita eterna… non hanno prezzo, anzi, hanno la nostra salvezza… la nostra vita eterna ha avuto l’unico prezzo della croce di Cristo…

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso
FONTE:
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER

Image by blenderfan from Pixabay