Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 2 Ottobre 2021

68

Convertirsi per ritornare bambini.

La vita, le fatiche, le delusioni, gli errori, le relazioni difficili, le nostre fragilità spesso modificano il nostro carattere e ci troviamo, quasi senza accorgercene, ad essere avvolti da diversi strati di “qualcosa” che non ci appartiene veramente.

Col tempo creiamo una seconda pelle fatta di diffidenza, pregiudizi e tutte quelle strategie che mettiamo in atto per difenderci. Ma da chi poi? Però, di fatto, accade proprio così!

Ci creiamo un altro noi. Ma chi siamo veramente? Davvero qualcosa o qualcuno ha avuto questo potere di trasformare la nostra vita?

E la confusione è davvero grande, perché mi si dice che devo essere me stesso. Ma chi sono veramente io? Quello di oggi? Quello di cinque anni fa? Quello che ero prima di incontrare quella situazione?

Ritornare bambini. Oggi Gesù ci dà una strada per capirci di più. Ritorniamo bambini, facciamolo anche per pochi istanti… amiamo senza paura, fidiamoci di più dell’altro, sorridiamo senza vergogna e soprattutto… chiediamo aiuto quando non ce la facciamo, quando non capiamo qualcosa, quando siamo in pericolo. Forse è proprio quest’ultima caratteristica che abbiamo perso e senza la quale abbiamo fatto tanti errori.
Torniamo bambini… siamo sempre in tempo… non è mai tardi… e sarà un’occasione in più per vivere meglio.

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 2 Ottobre 2021
Articolo successivoGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 2 Ottobre 2021