Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 2 Febbraio 2021

66

È una pagina del vangelo piena di suggestioni… di provocazioni… di temi importanti e fondamentali per la nostra fede…

Umiltà e obbedienza

Maria e Giuseppe davvero sarebbero stati tenuti ad osservare la legge di Mosè? Davvero avrebbero dovuto presentare Gesù al tempio… proprio loro che sapevano chi fosse quel figlio…
Eppure, non ostentano… non guardano dall’alto in basso queste leggi… questi riti… le persone…
Viviamo anche noi la storia, sapendo che Dio ci parla anche attraverso atti di obbedienza.

Speranza
Simeone e Anna vivono nella preghiera… vivono di preghiera… ed è proprio questo stile che dà loro la certezza di riconoscere il Signore.
La speranza non è l’attesa di qualcosa che forse arriverà… ma è la certezza della presenza di Dio… la certezza che Dio agisce… che non siamo soli!

Fede
Simeone si fa guidare dallo Spirito (“mosso dallo Spirito”)
Se solo ascoltassimo di più lo Spirito… se solo stessimo di più nel clima di preghiera… se solo credessimo che Dio ci manda segnali…
Perché Dio non ci parla chiaramente? Perché altrimenti non saremmo liberi di credere.
Dio ci lascia liberi… se ci parlasse chiaramente, se si manifestasse… se ci apparisse… verrebbe meno la nostra libertà… saremmo “costretti” a credere… ad ascoltare… ad obbedire…
Ci parla attraverso tantissimi modi… ma tutti questi modi lasciano spazio alla nostra libertà!

Verità
Gesù svela i pensieri dei nostri cuori.
Concretamente… ci mette nella verità!
Possiamo nasconderci agli altri… possiamo fingere… possiamo mostrare un volto… una immagine… una vita diversa… migliore… edulcorata… finta. E possiamo anche reggere questa parte di fronte a tutti per tutta la vita…
Ma se ti fermi di fronte a Dio, tu sai cosa “pensa” veramente il tuo cuore.
Fermati di fronte a Dio… e scegli chi vuoi essere!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay