Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 2 Aprile 2020

202

Anche oggi ci viene ricordato come sia importante il rapporto con la Parola.
Seguire Gesù, del resto, non è seguire un amico immaginario, né il frutto di una idea o di una fantasia. Conosco e seguo Gesù attraverso la sua Parola e i sacramenti.

E proprio questo tipo di relazione mi porta a due fondamentali conseguenze: vivere bene e non morire in eterno.

Vivere bene.
Si tratta di apprendere da Gesù, dalla sua Parola come vivere. Perché ci sono tanti modi di vivere… ma vivere bene non è facile ma è liberatorio.

Solo alla scuola di Gesù, infatti, possiamo imparare ad amare e a non farci male amando…
Solo alla scuola di Gesù, possiamo imparare a relazionarci…
Solo alla scuola della sua Parola possiamo imparare a perdonare…
Solo alla Sua scuola possiamo imparare ad affrontare la sofferenza senza disperarci…
Solo alla Sua scuola possiamo capire cosa vuole dirci Dio con alcune cose che viviamo…
Solo alla Sua scuola possiamo capire cosa può dirci Dio per vivere in alcune situazioni (e non è la stessa cosa di prima!).

Non morire in eterno.
Si tratta di comprendere che il cristiano muore, ma non in eterno.
Si tratta cioè di avere una visione soprannaturale… di aprirsi alla vita eterna… ed avere come obiettivo la vita eterna, significa anche dare un senso a questa vita.
Sì, perché è la fine che da senso alla vita… soprattutto quando questa fine non è una fine ma è UN fine!
Sapere di avere una vita oltre la morte… mi fa vivere, ad esempio, in modo diverso alcuni miei fallimenti… alcune mie mancanze… alcuni miei traumi e dolori… ma anche alcune mie delusioni e anche relazioni…

Insomma… si tratta di capire che abbiamo una possibilità in più… ma per capirlo bisogna conoscere e seguire Gesù… per quanto ci è possibile… per come ci è possibile… secondo le capacità di ciascuno.
Perché la fede non è questione di conoscenza intellettuale… ma passa anche attraverso questa con la certezza che, in buona fede, per quello che manca all’uomo… supplisce Dio! Della serie… io do il massimo che posso… io cerco di conoscere e capire più che posso… al resto ci pensa Lui!

Fonte

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno