Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 18 Marzo 2022

75

- Pubblicità -

Dovremmo imparare a capire che il fatto che abbiamo ricevuto la vita, ma anche il tempo, come dono, non significa che ne possiamo fare quello che vogliamo!

Più grande è il dono che riceviamo e più importante è la persona che ce lo regala… più rispetto occorre avere per il dono!

Pensiamo esattamente al contrario: come ti sentiresti se regalassi una cosa preziosa ad una persona che appena la riceve la butta nel cestino?
Ecco… è insito alla relazione che vi lega il rispetto del dono che ricevi (o che fai).

Con Dio è esattamente la stessa cosa!

Accade, purtroppo, che non usiamo bene i doni di Dio… la nostra vita, il tempo, le relazioni, la creazione… perdendo così opportunità preziose per rendere sempre più bella la nostra esistenza.
Non dimentichiamo, inoltre, che dentro ognuno di noi c’è una nostalgia di Dio che ci spinge a cercarlo… non ascoltare questo dolce e delicato richiamo è, ancora una volta, un’occasione mancata!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 18 Marzo 2022
Articolo successivodon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 18 Marzo 2022