Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 18 Giugno 2021

89

Quali sono le cose a cui tieni di più?
Cosa hai nel cuore?
Chi hai nel cuore?
Cosa c’è nel tuo cuore?
Cosa prende le tue energie?
A cosa pensi prima di andare a letto? E quando ti alzi la mattina, qual è il tuo primo pensiero?

Cosa difenderesti con la vita?
Qual è quella cosa che se non avessi, saresti infelice?

Il vangelo di oggi ci mette davvero in crisi.
A volte, infatti, diamo tempo, spazio ed energie a cose importanti ma non primarie. E, a volte, di queste cose diventiamo schiavi… se non dipendenti.

Possono essere persone, situazioni, relazioni, progetti che pensiamo siano la soluzione di tutti i nostri problemi… che pensiamo diano la felicità…

E invece? Tutto è fallibile… tutti sono fallibili… tutto può rovinarsi e tutti possono deludere. Ogni cosa ha il suo tempo e niente e nessuno è perfetto.

Ogni cosa, ogni situazione, ogni relazione può essere attaccata dall’esterno (tarma) e possiede una sua fragilità (ruggine).

Gesù ci invita ad accumulare tesori nel cielo… ci invita a porre la totale fiducia solo in Dio. Perché solo Dio non tradisce le tue aspettative…

Se al centro di tutto metti Dio… non rimarrai deluso mai!

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedenteCommento al Vangelo del 18 Giugno 2021 – Don Francesco Cristofaro
Articolo successivodon Giovanni Vassallo – Commento al Vangelo del 18 Giugno 2021