Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 16 Giugno 2022

96

- Pubblicità -

Purtroppo, c’è l’idea che la preghiera sia solo fatta di parole e soprattutto di richieste.

Si prega per ottenere… per domandare… per chiedere… come se Dio fosse il genio della lampada!

Insomma, noi scegliamo cosa sia giusto per noi… noi facciamo i nostri programmi… noi abbiamo i nostri desideri… e Dio deve esaudirli e darci la sua benedizione su quanto NOI abbiamo pensato e scelto. 

Ci si dimentica che il primo momento della preghiera è l’ASCOLTO… ci si dimentica che Dio parla… ci si dimentica che non è Lui che deve fare la nostra volontà… ma noi la sua!

Insomma, la preghiera, prima di essere qualcosa da ripetere, è un atteggiamento da assumere.

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

- Pubblicità -

Image by blenderfan from Pixabay

 

Articolo precedentePaolo Curtaz – Commento al Vangelo del 16 Giugno 2022
Articolo successivodon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 16 Giugno 2022