Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 14 Luglio 2021

33

I misteri di Dio non sono accessibili agli intelligenti… ma ai piccoli.

Siamo troppo schiavi delle nostre capacità… della nostra intelligenza… del nostro modo di leggere la realtà, le situazioni…

Se proprio dobbiamo essere sinceri… alla fine ognuno di noi si sente più… degli altri. Non siamo i più colti e preparati, allora pensiamo di essere i più intelligenti… i più furbi… i più buoni.

Riconosciamo di non essere i più capaci in un campo… sicuramente troviamo un altro ambito nel quale ci sentiamo i migliori…

Alla fine, almeno in qualcosa, pensiamo di essere più degli altri…

Insomma… siamo schiavi dei nostri schemi… delle nostre capacità.

Ecco, Dio stravolge proprio questo modo di pensare… questo stile… per entrare dentro il suo mistero… per coglierlo… per viverlo… non occorrono capacità… non occorrono strategie… occorre umiltà… occorre fidarsi unicamente di Dio… occorre abbandonarsi a Lui.
Se fai affidamento alle tue capacità potrai arrivare solo alle tue altezze… se ti fidi di Dio… può arrivare a toccare il cielo.

Se fai affidamento alle tue capacità arriverai solo a ciò che puoi capire… se ti apri a Dio potrai entrare dentro i suoi misteri.

Non puoi capire “le cose” di Dio facendo affidamento alle tue capacità… più ti abbandoni a Lui, più entrerai nei suoi misteri.

Per capire Dio e le “cose” di Dio, non ci vogliono capacità particolari… ma solo l’intelligenza dell’Amore.

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentep. Giovanni Nicoli – Commento al Vangelo del 14 Luglio 2021
Articolo successivoVangelo Daily – Lettura e Commento al Vangelo del 14 Luglio 2021