Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 12 Maggio 2021

65

C’è un tempo per ogni cosa.
Sembra questa la pedagogia di Gesù… accompagna i suoi discepoli nella gradualità della comprensione… nella gradualità del peso che possono portare.
Insomma, si tratta della famosa legge della gradualità.
Questo è il suo stile… lo stile di chi le cose non te le impone, ma te le spiega.
Lo stile di chi le cose non te le indica… ma ti ci accompagna…
Lo stile di chi non si siede su una cattedra, ma scende sui banchi e si piega sul tuo compito per spiegarti le cose personalmente…
Gesù chiede a ciascuno di noi di camminare, sempre, senza fermarsi… passo dopo passo… e se proprio una velocità si deve tenere… è quella dei più lenti.
Penso che questo vangelo possa farci comprendere lo stile di Gesù e questo stile ci serve per due motivi:
da una parte ci aiuta a non scoraggiarci se a volte ci sentiamo piccoli e fragili nelle “cose” della fede. Ciò che è importante è volere crescere… volere camminare… Gesù non ci chiderà mai qualcosa che non siamo in grado di fare…
dall’altra parte ci aiuta a comprendere qual è lo stile da adottare nei confronti delle persone che abbiamo di fronte: lo stile della pazienza… del prendersi cura…
se sei interessato a loro e non a te stesso…
vai lentamente quando cammini con il lentoe chiedi con umiltà di rallentare quando cammini con il veloce.

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 12 Maggio 2021
Articolo successivodon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 12 Maggio 2021