Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 11 Marzo 2022

101

- Pubblicità -

Perché non riusciamo più a stare insieme quando abbiamo idee diverse? Perché dobbiamo per forza fare passare la nostra come l’idea, l’opinione migliore? Perché i confronti diventano scontri? Perché la diversità diventa ostacolo?

Facile stare insieme con persone che la pensano nella stessa maniera… ma perché non ci si sforza ancora di più con chi è diverso da noi?
Ogni difficoltà relazionale alla fine nasconde orgoglio, superbia e mancanza di umiltà.

Quando scopriremo che la comunione è più importante dell’avere ragione sarà più semplice fare la pace.

Occorre pensare che l’altro ha sempre, sempre, qualcosa da donarci, da insegnarci. Non è mai, mai, solo un problema, solo un insieme di difetti e spesso, ciò che ci innervosisce e ci crea fastidio, ha a che fare con alcuni lati del nostro carattere più che del suo, con le nostre ferite, con nostri punti deboli.

La strada più giusta da percorrere è quella dell’accoglienza dell’altro con le sue fragilità, con le sue lentezze, con i suoi difetti, partendo sempre dal ricordarci che anche noi ne abbiamo e anche noi richiediamo accoglienza, pazienza, comprensione.

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

- Pubblicità -

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 11 Marzo 2022
Articolo successivodon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 11 Marzo 2022