Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 11 Maggio 2021

64

Gesù prepara i discepoli alla sua dipartita… alla sua lontananza… alla sua assenza. Li prepara alla fase due. La vita continua senza la presenza fisica di Gesù. Come?
La fase due è una fase più intima. Gesù non sarà più accanto a loro ma dentro di loro… non è molto difficile comprenderlo…
Se conosci bene una persona e soprattutto se la ami e l’hai amata… quella persona è entrata dentro di te… vive dentro di te… te la sentirai sempre accanto perché è dentro di te.

Questo accade con i discepoli… faranno esperienza dello Spirito santo che non è altro che la presenza di Gesù dentro loro.
E lo spirito, invocato con insistenza, aiuterà a comprendere, ancora oggi, l’importanza di credere in Gesù e nella sua Parola, l’importanza del legame spirituale con Gesù, e la pericolosità del male.

Proprio così… lo spirito santo rafforza la fede di noi credenti, una fede basata su Gesù e la sua Parola, una fede vissuta nei sacramenti, una fede che ci aiuta a vivere bene allontanando dalla nostra vita tutto ciò che ci divide da Dio e tra di noi.
L’amore rende presente la persona amata perché accorcia le distanze… anche quelle della morte…

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 11 Maggio 2021
Articolo successivodon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 11 Maggio 2021