Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 11 Giugno 2021

51

La chiesa, oggi, ci fa celebrare la solennità del Sacro cuore di Gesù.
Per comprendere pienamente questa celebrazione dobbiamo subito chiarire che nel linguaggio biblico il cuore non è la sede dei sentimenti, ma della volontà, della decisione.

Insomma, il cuore diventa il luogo nel quale si fa discernimento e vengono prese le decisioni importanti. Quelle vitali, fondamentali, quelle decisioni che sono per tutta la vita…
Ed è molto significativo che oggi la chiesa ci consegna questa pagina del vangelo che mostra in modo chiaro ed inequivocabile che Gesù ci ha amato al punto da dare la sua vita per noi…

Celebrare il sacro cuore di Gesù significa, quindi, ricordarci quanto siamo importanti per Lui… fino a dove si è spinto il suo amore… che noi facciamo parte di una scelta bene precisa… significa ricordarci che l’amore non è sentimentalismo ma scelta di dare la vita…
Del resto… il suo amore non è stato semplice “sentimento” ma una scelta… voluta… decisa… e portata avanti fino alla fine.
Gesù… non ha subito la croce… l’ha scelta per noi!

E amare fino alla croce è la più grande testimonianza… il più importante insegnamento che potevamo ricevere…
Gesù in croce non è morto… ma ha dato la vita…
Non è stato trafitto… ma ha aperto il suo cuore…

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 11 Giugno 2021
Articolo successivoGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 10 Giugno 2021