Don Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 1 Settembre 2021

52

La pagina del vangelo di oggi ci mostra, ancora una volta, l’azione guaritrice, liberatrice, terapeutica di Gesù, ma anche come il male influenza, agisce e rovina le relazioni e la capacità di servire e prendersi cura delle persone che amiamo.

E questo male anche quando proviene dall’esterno, in qualche modo lavora dentro il cuore, la mente, la volontà dell’uomo rendendo l’uomo stesso pigro, apatico, spento o anche fastidioso e non piacevole.

A volte sono vecchie delusioni o ferite ancora aperte e vive che rendono difficile la vita… altre volte le difficoltà ci sono perché non siamo riusciti a pacificarci con un trauma o una situazione difficile del passato… altre volte ancora ci chiudiamo in invidie e gelosie che ci impediscono di relazionarci con libertà e spontaneità.

Insomma, non sempre siamo liberi… non sempre è piacevole stare accanto a noi… non sempre siamo obiettivi nei confronti delle situazioni che viviamo…

L’incontro con Gesù libera e guarisce, semplicemente perché chi ha incontrato veramente il Signore si sente amato e non cerca compensazioni in altre relazioni ma le vive in libertà, sapendo cogliere ciò che di bello hanno le altre persone e sapendole amare anche nelle loro fragilità.

Non sempre è piacevole stare accanto a noi. Forse perché cerchiamo un amore da chi questo amore non può darci. Cerca il Signore e risolverai tanti problemi della tua vita.

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


AUTORE: Don Antonio Mancuso PAGINA FACEBOOK

Image by blenderfan from Pixabay

Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 1 Settembre 2021
Articolo successivoVangelo Daily – Lettura e Commento al Vangelo del 1 Settembre 2021