Davide Moreno – Commento al Vangelo del 31 Marzo 2020 – Gv 8, 21-30

116

Miei cari fratelli e sorelle, stamani partiamo da una domanda: come è possibile che nella pericope odierna ci sia un’incomprensione così totale?

Ebbene si, leggere il Vangelo di Giovanni talvolta ci fa sentire un po’ smarriti, a volte si ha l’impressione che il suo Vangelo sia addirittura contraddittorio. Sapete perché questo accade? Il motivo è la nostra fede, non crediamo abbastanza. Difatti quell’abisso che separa noi di quaggiù e Lui di lassù, solo la fede lo può colmare e solo la fede può permetterci di andare la dove Lui va.

Vedete fratelli carissimi, credere e sperare con amore è già andare là dove Gesù si trova; presso il Padre. Ma abbiamo anche bisogno di levare gli occhi oscurati dal peccato su Colui che ha vinto la morte e si è accollato su di sé la colpa degli uomini. Allora carissimi, è proprio in questo scambio di sguardi, che Lui dall’alto della croce ci guarderà e ci farà scoprire che non solo siamo sulla giusta strada, ma anche che la nostra felicità eterna è già iniziata nel tempo presente.

Coraggio fratelli e sorelle, #andratuttobene !


Fonte: il sito Vivere da Risorti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.