Davide Moreno – Commento al Vangelo del 23 Maggio 2020

180

Miei cari fratelli e sorelle, i nostri occhi non sono per caso troppo rivolti alla realtà di questo mondo e troppo poco al mistero di Dio? all’amore che ha il Padre per il Figlio e quello del Figlio verso noi Suoi discepoli?

Vedete, lo sguardo sul mondo pur necessario, non ci aiuta certo a salvarlo, se non lo guardiamo con gli occhi e con il cuore del Padre, che ha dato il Figlio per la salvezza del mondo e che vuole coinvolgerci in questa avventura.

Non credete fratelli carissimi, che l’occhio di Dio ci aiuterebbe a vedere i bisogni spesso nascosti dei nostri fratelli e a trovare il rimedio divino e non solo quello umano da offrire? E a farlo con quella gioia piena che presenta quell’amore che tutto riscatta. Chiediamo allora stamani al Signore, di fare nostra la Sua causa e di perseguirla con tutto il cuore, di riuscire a vedere il mondo con i Suoi occhi, così da poter comprendere la Sua gioia e spenderci come Lui si è speso.

Pertanto fratelli carissimi, restiamo collegati in modo continuo all’amore di Dio Padre, affinché questo ci faccia amare i nostri fratelli come Lui li ama e come noi vorremmo amarli. Penso che questo sarà possibile se davvero lo desidereremo. Perché Lui il nostro Signore Gesù Cristo, il Risorto, verrà in nostro soccorso, non ci abbandonerà, ci avvolgerà nella Sua luce e nel Suo amore e ci regalerà la gioia piena, quella gioia che condivideremo con tutti i nostri fratelli.

Buona giornata nel Signore!


Fonte: il sito Vivere da Risorti