Davide Moreno – Commento al Vangelo del 18 Maggio 2020

220

Miei cari fratelli e sorelle, si annunciano tempi duri per noi discepoli scelti per essere custodi e testimoni della realtà divina di Cristo. Infatti il Signore stesso ci avverte dell’incomprensione e delle ostilità con cui saremo perseguitati dal mondo. Vedete, siamo bersagli facili, continuamente sotto attacco, il nemico che opera nell’iniquità, nella violenza e nell’ingiustizia ci spinge lontano dalla verità, tenta di scoraggiarci, ci induce a mollare facendoci vivere sottomessi e schiavi delle cose del mondo. Coraggio nessuna disperazione, il Signore ci rassicura dicendoci che la nostra fedele testimonianza nelle dure prove che subiremo dai tribunali del mondo, sarà sorretta dallo Spirito di verità che Egli stesso ci invierà. Fratelli carissimi, comprendo le difficoltà di questa testimonianza – visto il contesto in cui viviamo – in una società caratterizzata da un clima di odio.

Ed è proprio per questo motivo che con più insistenza dobbiamo chiedere al Signore di renderci umili e di non cadere prede del vittimismo. Soltanto in questo modo miei cari, potremo dare testimonianza del Suo amore con fermezza e con fierezza, senza mai pretendere né applausi, ne medaglie e neanche salvacondotti, riconoscimenti e soprattutto diritti di rivalsa sui gli altri nostri fratelli, quelli che non la pensano come noi. Chiediamo stamani al Signore che ci faccia grazia d’imparare ad avere fiducia solo nella forza del Suo Spirito, cosicché malgrado le innumerevoli contraddizioni che questo mondo ci presenta, saremo capaci di continuare a dire e affermare con le azioni e le opere della nostra vita che un nuovo modo di essere e di vivere e una nuova pace sono possibili se realmente lo vogliamo, se realmente lo desideriamo.

Buona giornata nel Signore!


Fonte: il sito Vivere da Risorti