d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 9 Ottobre 2020

111

A causa di male intesi interessi l’uomo può negare la verità fino all’inverosimile, fino a venire meno in modo lampante a qualsiasi buonsenso. Proprio per comunicare secondo quello che quelle persone ripiegate su sé stesse potevano intendere Gesù fa riferimento ai loro figli che scacciavano i demoni proprio aprendo alla Luce di Dio.

Questa è l’unica via per la quale si raccoglie frutto. E Cristo avverte che bisogna restare in guardia: magari dopo tante prove si giunge finalmente a chiedere aiuto a Dio e la vita comincia gradualmente a rifiorire. Ma poi ci si può impossessare del dono ricevuto e non accogliere lo Spirito che tutto stava conducendo a risurrezione.

Questa chiusura consapevole e volontaria del cuore reca gravemente danno alla persona che la vive. È proprio il caso dei protagonisti di questa pericope che vivono il male in nome del bene e chiamano male il bene di chi non li segue.


Fonte