d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 8 Settembre 2020

193

Giuseppe è angosciato e sembra non riuscire a trovare risposte adeguate in quella situazione. Stanco morto finalmente si addormenta e allora può parlare in lui lo Spirito che lo aiuta a ricomporre i pezzi di quel discernimento.

Maria è una brava ragazza come potrebbe aver inventato una così grande menzogna? Si tratterebbe di lasciare sola la madre del Messia ed il suo stesso bambino. Ora Giuseppe intuisce perché avevano avvertito una vocazione così particolare rispetto ai costumi israeliti, di vivere nella castità.

Si ricorda delle profezie sulla vergine che avrebbe concepito un figlio… Giuseppe insomma viene portato dallo Spirito in un giudizio che viene dal cielo, nella pace.


Fonte