d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 28 Ottobre 2020

116

Talora ci si rimprovera di andare da Dio solo quando si ha bisogno. Ma Gesù stesso ha pregato in modo particolare nei momenti decisivi. A chi rivolgersi in quelle circostanze se non a chi ci ama davvero e può tutto?

E Gesù orienta a questo anche i suoi discepoli: prima li chiama a sé, poi li invia. Gesù compirà molti miracoli, molte guarigioni, spirituali e fisiche, con l’aiuto dei discepoli perché grazie alla fede di questi molti erano aiutati a credere. Così quando qualcuno si chiede perché bisogna pregare i santi ecco una risposta: in mille modi ci aiutano a credere.

Ma Dio non potrebbe convertirci da solo? Certo però così lo fa per esempio con più delicatezza, facendoci sentire parte di una famiglia…


Fonte