d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 28 Luglio 2020

112

È parte del buon seme seminato avvertire anche del male che può cercare di confondere i discepoli. L’appoggiarsi a Gesù protegge nel profondo da questi pericoli.

Che inganno pensare di discernere con la propria intelligenza di fronte a cose tanto più grandi di noi. In questo cammino dove si diventa sempre più liberi dalle apparenze e dagli artifici del mondo e nascosti in Cristo, nella sua opera, vi è la consolante certezza di non vivere in una realtà dove prevale la menzogna. Un giorno tutto sarà nella luce.

Una luce piena di amore, di comprensione, di perdono ma anche di verità.


A cura di don Giampaolo Centofanti nel suo blog.