d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 25 Luglio 2020

173

Apparire, venire riconosciuti: senza la grazia sono debolezze umane. Lo Spirito viene a portarci una vita nella quale siamo sempre più uniti Dio e liberi da eccessive dipendenze terrene.

Liberi anche dagli sguardi superficiali che restano al ciò che sembra. Liberi da false gratificazioni affettive. Liberi da un possibile pretendere certe cose, magari dicendoci che è a fin di bene. Certo un autentico discernimento è pieno di buonsenso ma nelle intenzioni profonde la strada è la disponibilità a bere il calice stesso di Cristo, vivere al servizio di Dio e dei fratelli.

Solo lì troveremo la pace e la gioia, solo su questa via potremo davvero godere dei doni spirituali, umani e materiali che Dio ci elargisce.


A cura di don Giampaolo Centofanti nel suo blog.