d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 22 Giugno 2020

163

Il giudicare il cuore altrui è sbagliato fin dalla radice perché solo Dio conosce il cuore dell’altro.

Le valutazioni in certi casi dobbiamo farle ma la carità le fa in maniera ponderata, nel tempo e non etichettando le persone alla minima occasione. A Gesù stesso è stato detto di tutto. L’amore ci aiuta a cogliere il senso delle parole, dei gesti, di una persona nel contesto della sua vita.

Anche una parola di Gesù se presa da sola può venire interpretata ed è stata interpretata in mille modi fasulli.

Il suo Spirito, accolto, ci rende disponibili a crescere in un discernimento semplice e sereno liberandoci da tante inutili complicazioni che appesantiscono la nostra vita e i nostri rapporti.


A cura di don Giampaolo Centofanti nel suo blog.