d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 21 Maggio 2020

30

Gesù talora viene incontro alle nostre domande inespresse. Sono mille i doni del vivere insieme a Lui. Ora una luce su questo concreto aspetto, ora una via, ora una consolazione, un incoraggiamento.

Così gradualmente la vita rinasce e si apre a poter ricevere ogni bene. Gesù qui spiega che il cammino può passare per momenti più difficili ma anche qui, se Lui li permette, nasce la vita.

Lasciarsi portare avanti nel deserto, nella tempesta, senza ritirarsi scoraggiati dal vero percorso. Anche se ciò non vuol dire che non sia giusto talora rallentare, riprendere fiato.

A cura di don Giampaolo Centofanti su il suo blog


Articolo precedenteCommento al Vangelo del 21 Maggio 2020 – Don Francesco Cristofaro
Articolo successivodon Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del giorno, 21 Maggio 2020