d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 21 Giugno 2020

158

Gesù oggi con le sue Parole ci rassicura che ogni minima cosa è sotto il suo sguardo. Niente è soggetto agli intrighi e ai sotterfugi senza che Dio lo permetta nella sua provvidente sapienza.

Ogni dolore, ogni ingiustizia, troveranno in Dio il loro senso in ordine ad una vita piena. Qualcuno potrebbe osservare che la bolletta la paga lui con il suo lavoro. Ma chi ti ha dato il lavoro, la salute e via discorrendo? Tutto è dono di Dio, dono che dà vita a tutto l’uomo e non solo, per esempio, vita materiale al corpo.

Che grazia allora entrare nella fiducia in Dio, lasciar operare Lui, non ingarbugliare con le nostre agitazioni il suo disegno di vita per noi. Tra l’altro affaticandoci e angosciandoci inutilmente.


A cura di don Giampaolo Centofanti nel suo blog.