d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 15 Novembre 2020

68

Ci si può chiudere non per innocente ignoranza ma per rifiuto della grazia alla fiducia nell’amore di Dio.

Talora tale atteggiamento è una conseguenza del farsi dominare dai propri male intesi interessi, da ripiegamenti su sé stessi che si potrebbero superare.

Ne nasce il vedere un Dio cattivo. Gesù osserva che chi ha questo timore potrebbe appoggiarsi alla grazia di Dio, ai suoi aiuti. Dunque qui il punto principale non è che non si produce ma che nemmeno ci si fa aiutare.


Fonte