d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 12 Giugno 2020

165

Gesù ci rivela che col suo aiuto l’uomo può gradualmente giungere ad amare di un amore totale. Un amore sinceramente vissuto nel cuore non solo in atteggiamenti esteriori. Bisogna però distinguere le emozioni dalle intenzioni. Sentire attrazione per una donna, provare rabbia ed ogni sentimento non è peccato è umano.

Col bussare a tempo debito della grazia al cuore si può decidere o meno di accoglierla gestendo con amore quei sentimenti. E in ciò oggi Gesù ci insegna che ci si può fare aiutare dallo Spirito ma anche, in Lui, da accorgimenti pratici. Per esempio se si mette il computer in soggiorno dove passa tutta la famiglia sarà più difficile farne cattivo uso.

Qui Cristo getta luci anche sul mistero della sofferenza, che Dio può permettere ma certo non causare: ci aspetta un eternità beata.


A cura di don Giampaolo Centofanti nel suo blog.