d. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 1 Settembre 2020

114

La Parola di Gesù toccava il cuore con sapienza nello Spirito. E oggi? Gesù non ha scritto forse anche perché Lui non comunica in astratto ma con amore specifico a persone specifiche.

Anche a noi parla in profondità nella grazia, a ciascuno in modo diverso anche tramite una stesso brano evangelico per esempio ascoltato la domenica. Aprendoci il cuore alla vita, liberandoci gradualmente dalle ferite, dalle strutturazioni della mentalità, della cultura, umana, come le risposte prefabbricate, i moralismi.

Dio ci parla, un dono infinito da cui non finiamo di ricevere vita, luce, amore, meravigliosi, sereni.


A cura di don Giampaolo Centofanti nel suo blog.