Commento al Vengelo del 2 Agosto 2021 – Monaci Benedettini Silvestrini

97

Aumenta la nostra fede…

Leggi il brano del Vangelo di † Mt 14, 13-21

Da un po’ di tempo stiamo seguendo le vicende del popolo eletto e il mistero di salvezza con loro iniziato. E’ la storia sacra, la storia della Promessa fatta da Dio, la Promessa che verrà mantenuta sempre, «perché Dio non può smentire se stesso». E’ una storia sacra ma essa è anche una storia dell’uomo. La storia della salvezza ma anche la storia della disobbedienza, della ribellione, del peccato.

E anche oggi gli Israeliti si lamentano, protestano: Stavamo meglio quando stavamo peggio… eravamo schiavi ma avevamo buoni pesci, bei cocomeri, la cipolla, l’aglio… Ma Dio è paziente, Dio ascolta i loro lamenti, dà loro la manna da mangiare, li dà tutto gratuitamente. Nel Vangelo la folla non ha tempo di lamentarsi.

Gesù previene il loro desiderio, la loro fame, si preoccupa della loro sorte. Con fiducia guarda verso il cielo, rende grazie in un momento in cui non c’è abbondanza, c’è solo un po’ di qualcosa. Non si abbatte, non si lamenta. Confida. Quante volte ci siamo trovati in difficoltà, magari non di mancanza di cibi ma di qualche altra cosa… Qual’era il nostro atteggiamento?

Quello degli Israeliti che protestano, che si ribellano, che rimpiangono le cose passate o quello di Gesù che anche in difficoltà sa ringraziare, sa alzare le mani a Dio, sa guardare il cielo con supplicante fiducia… Chiediamo perché il Signore aumenti la nostra fede e anche nelle situazioni difficili siamo in grado trovare la giusta via.

Articolo precedenteContemplare il Vangelo di oggi 2 Agosto 2021
Articolo successivoMons. Costantino Di Bruno – Commento al Vangelo del 2 Agosto 2021