Commento al Vengelo del 1 Settembre 2021 – Monaci Benedettini Silvestrini

45

Gesù e le preghiere…

La liturgia della parola ci presenta oggi alla meditazione il brano delle guarigioni. Ma vorrei attirare l’attenzione su un’altra cosa. “Lo pregarono per lei ed egli, chinatosi la guarì”. Ecco, “lo pregarono”… Egli, per fare miracoli, vuole le nostre preghiere, ha bisogno che chiediamo, che lo invochiamo…

Come preghiamo noi? Sappiamo chiedere al Signore ciò di cui abbiamo bisogno? Sappiamo aprire il nostro cuore e dire: Signore ti prego, Signore, sia fatta la tua volontà, se vuoi puoi aiutarmi…, puoi sanarmi, puoi guarirmi…

Sì, Dio sa e conosce le nostre necessità, Dio è consapevole delle nostre malattie e povertà, nonostante ciò Egli dice: entra nella tua camera e, chiusa la porta, prega il Padre tuo nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà. Qualunque cosa chiederete nel nome mio, la farò, se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò.

Approfittiamone… 🙂

Articolo precedenteBenedetto XVI – Commento al Vangelo del 1 Settembre 2021
Articolo successivoCommento al Vangelo di domenica 5 Settembre 2021 – Paolo Curtaz