Commento al Vangelo del giorno – 30 giugno 2017 – don Mauro Leonardi

3

mauro-leonardi

Quando Gesù fu sceso dal monte, molta folla lo seguiva. Ed ecco venire un lebbroso e prostrarsi a lui dicendo: «Signore, se vuoi, tu puoi sanarmi». E Gesù stese la mano e lo toccò dicendo: «Lo voglio, sii sanato». E subito la sua lebbra scomparve. Poi Gesù gli disse: «Guardati dal dirlo a qualcuno, ma và a mostrarti al sacerdote e presenta l’offerta prescritta da Mosè, e ciò serva come testimonianza per loro». Mt 8, 1-4

Commento al Vangelo

[ads2]Quando Cristo si incarna nell’umanità non viene a portare lo straordinario di una divinità Onnipotente che sovrasta l’uomo, viene e a portare la vera realtà dell’umanità così come era voluta fin dal principio dal Padre: un’umanità che, non più impaurita dal Suo sguardo e redenta da sofferenza, male e dolore, è chiamata a vivere nella normalità dei doveri e delle occupazioni di tutti i giorni.

Poesia

Bastava volerlo.
E sarebbe guarito
Bastava una parola.
E la lebbra sarebbe sparita.
Ma per amare, no.
Non basta.
Ci vuole una carezza.
Ci vuole la pelle.
Anche Dio ha bisogno di toccare per amare.
Gesù mio.
Amore mio.

Questo è il miracolo più bello.
La lebbra va via.
E resta una carezza.
La malattia va via.
E resta l’amore.

Ci sono cose che non è sempre possibile dire.
Non tutto è sempre da vedere.
A volte è necessario il silenzio.
A volte è necessario uno sguardo su quello che non c’è più.
Senza dire altro.
Senza far vedere altro.
Perché l’amore è per tutti, sempre.
Ma non tutti sono pronti.
Ognuno ha i suoi tempi. La sua libertà.
Perché l’amore ha i suoi tempi. L’amore è nella libertà.

[box type=”info” align=”” class=”” width=””]

don Mauro offre la possibilità di lasciare intenzioni per la Messa della mattina sulla pagina Facebook del suo blog “Come Gesù” ogni giorno alle ore 19.

[/box]

Questo commento/poesia del vangelo del giorno è fatto dalla prospettiva di una delle donne senza nome che seguivano Gesù (cfr Lc 8, 1-3). Il suo nome è Zippi (Zippora).

A cura di don Mauro Leonardi – Il suo blog è “Come Gesù

[amazon_link asins=’887180998X,8881556723,8881555336,8881556464′ template=’ProductCarousel’ store=’ceriltuovol04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’76406a09-5781-11e7-a690-e73f53bf67d8′]

“Una donna del vangelo” è anche sul network Papaboys

Articolo precedenteIl Vangelo del Giorno, 30 Giugno 2017 – Mt 8, 1-4
Articolo successivoCommento al Vangelo del 2 luglio 2017 – Ileana Mortari (Teologa)