Commento al Vangelo del giorno – 3 dicembre 2016 – don Mauro Leonardi

317

mauro-leonardi

In quel tempo, Gesù percorreva tutte le città e i villaggi, insegnando nelle sinagoghe, predicando il vangelo del Regno e curando ogni malattia e infermità. Vedendo le folle ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite, come pecore senza pastore. Allora disse ai suoi discepoli: «La messe è molta, ma gli operai sono pochi! Pregate dunque il padrone della messe che mandi operai nella sua messe!». Chiamati a sé i dodici discepoli, diede loro il potere di scacciare gli spiriti immondi e di guarire ogni sorta di malattie e d’infermità. rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d’Israele. E strada facendo, predicate che il regno dei cieli è vicino.»Guarite gli infermi, risuscitate i morti, sanate i lebbrosi, cacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date». Matteo 9,35-38.10,1.6-8

Commento al Vangelo

Lo sguardo di Gesù è la vita stessa del Signore: se i suoi occhi e il suo cuore soffrono per i dolori delle persone, Egli vuole guarirle e per farlo non solo dona sé stesso, ma chiama i discepoli a fare lo stesso: e da subito il suo desiderio di salvezza è universale perché allora, per la gente, Israele era come dire tutto il mondo.

Poesia

Mi lasci le tue strade.
Perché diventino le mie.

Mi lasci i tuoi passi.
Perché divengano i miei.

Mi lasci i tuoi poteri, la tua forza.
Perché possa scacciare ogni demone e male.

Mi lasci le tue pecore.
Perché io le custodisca e le salvi.

Mi lasci il tuo regno.
Perché io l’annunci.

Mi lasci tutto gratuitamente.
Perché io doni tutto.

Mi lasci te stesso.
Perché io sia come te.
Perché io sia con te.

[divider style=”solid” top=”10″ bottom=”10″][box type=”info” align=”aligncenter” ]

don Mauro offre la possibilità di lasciare intenzioni per la Messa della mattina sulla pagina Facebook del suo blog “Come Gesù” ogni giorno alle ore 19.
[/box]

Questo commento/poesia del vangelo del giorno è fatto dalla prospettiva di una delle donne senza nome che seguivano Gesù (cfr Lc 8, 1-3). Il suo nome è Zippi (Zippora).

A cura di don Mauro Leonardi – Il suo blog è “Come Gesù

[divider style=”solid” top=”10″ bottom=”10″]

[one_fourth]

[/one_fourth]

[one_fourth]

[/one_fourth]

[one_fourth]

[/one_fourth]

[one_fourth_last]

[/one_fourth_last]

“Una donna del vangelo” è anche sul network Papaboys