Commento al Vangelo del giorno – 22 dicembre 2016 – don Mauro Leonardi

149

mauro-leonardi

«L’anima mia magnifica il Signore
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva.
D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente
e Santo è il suo nome:
di generazione in generazione
la sua misericordia si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio, ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili;
Ha ricolmato di beni gli affamati,
ha rimandato a mani vuote i ricchi.
Ha soccorso Israele, suo servo,
ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri,
ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre».
Maria rimase con lei circa tre mesi, poi tornò a casa sua. Luca 1,46-56

Commento al Vangelo

Anche nel Magnificat, Maria tiene a tessere le lodi di un Dio che trova onnipotenza nel suo farsi umano: un Dio che non è pensiero ma Persona: sguardo che si è posato su di lei, Persona che ha nella Santità il suo nome, braccio che disperde e rovescia i potenti, mentre innalza e ricolma di beni i poveri. Padre buono che soccorre, promette, mantiene. E che quindi ha una sola vera identità, nella memoria, nel presente  e nel futuro: Amore che si incarna.

Poesia

Ogni lode al creatore.
È una lode per le sue creature.
Magnifico Lui.
Magnifiche loro.
Beato Lui.
Beate loro.

Ogni gloria a Dio Salvatore.
È gloria per noi che siamo salvati.
Ogni esultanza per la Sua potenza.
Esalta la nostra bellezza e debolezza.

Ogni invocazione al Suo nome.
Chiama anche noi per nome.

Ogni Suo atto di misericordia, di potenza, di generosità, di giustizia, di soccorso.
Ci rende colmi, protetti, ricchi, sazi, giustificati.

Se non peccassimo saremmo come lei, canteremmo come lei.
Maria aiutami a cantare, lodare, pregare, con la tua voce, con la tua anima.
Aiutami ad essere tutta di Dio, per Dio, con Dio.

[divider style=”solid” top=”10″ bottom=”10″][box type=”info” align=”aligncenter” ]

don Mauro offre la possibilità di lasciare intenzioni per la Messa della mattina sulla pagina Facebook del suo blog “Come Gesù” ogni giorno alle ore 19.
[/box]

Questo commento/poesia del vangelo del giorno è fatto dalla prospettiva di una delle donne senza nome che seguivano Gesù (cfr Lc 8, 1-3). Il suo nome è Zippi (Zippora).

A cura di don Mauro Leonardi – Il suo blog è “Come Gesù

[divider style=”solid” top=”10″ bottom=”10″]

[one_fourth]

[/one_fourth]

[one_fourth]

[/one_fourth]

[one_fourth]

[/one_fourth]

[one_fourth_last]

[/one_fourth_last]

“Una donna del vangelo” è anche sul network Papaboys