Commento al Vangelo del giorno – 19 Agosto 2018 – don Mauro Leonardi

96

Mangiare la carne di Cristo e bere il suo sangue, significa rimanere in Lui: cioè contemplare con fede piena il mistero dell’Incarnazione: il pane vivo sceso dal cielo per dare la vita al mondo per sempre.

Poesia

Saziami

Pane, pane, pane.
Carne, carne, carne.
Sangue.
Carne.
Sangue.
Carne.
Sangue.
Carne.
Sangue.
Pane.
Pane.
Ecco, ho tolto tutti i verbi, tutti gli oggetti, tutte le virgole e i punti.
E rimangono queste parole.
Ripetute.
Ripetute.
Ripetute.
Pane, carne, sangue.
Per la mia fame.
Per la mia vita affamata.
Le mie preghiere diventano un banchetto.
Il tuo altare, una mensa.
Tu, amore mio, il mio cibo.

Mangiarti.
Berti.
Per rimanere in te.
Per essere una carne sola.
Un sangue solo.
Una vita sola.
Come si fa?
Non servono le domande.
Non c’è una risposta.
C’è da avvicinarsi.
E aprire la bocca.
E aprire le braccia.
E aprire la vita.
La vita non si fa a parole.
La vita si fa con i passi. Vieni.
La vita si fa con la fame. Mangia.

[better-ads type=”banner” banner=”84722″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”right” show-caption=”1″][/better-ads]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

XX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – Anno B

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 19 Agosto 2018 anche qui.

Gv 6, 51-58
Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Gesù disse alla folla: «Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo».
Allora i Giudei si misero a discutere aspramente fra loro: «Come può costui darci la sua carne da mangiare?».
Gesù disse loro: «In verità, in verità io vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell’uomo e non bevete il suo sangue, non avete in voi la vita. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda.
Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui. Come il Padre, che ha la vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia me vivrà per me.
Questo è il pane disceso dal cielo; non è come quello che mangiarono i padri e morirono. Chi mangia questo pane vivrà in eterno».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 19 – 25 Agosto 2018
  • Tempo Ordinario XIX
  • Colore Verde
  • Lezionario: Ciclo B
  • Anno: II
  • Salterio: sett. 4

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO
Articolo precedenteCommento al Vangelo di domenica 19 Agosto 2018 – p. Alessandro Cortesi op
Articolo successivoCommento al Vangelo del 19 Agosto 2018 – don Claudio Doglio