Commento al Vangelo del giorno – 18 giugno 2018 – don Mauro Leonardi

109

Nel mese del cuore di Gesù e di Maria, il Signore ci mostra come egli voglia da noi, non l’obbedienza alla Legge ma l’amore per la Legge e come essa non sia iscritta nella pietra ma si faccia carne e si unisca ai nostri cuori in modo da diventare una cosa sola con la nostra vita: così avvenne, infatti, per la vita della Madonna e di Gesù.

[better-ads type=”banner” banner=”84722″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”right” show-caption=”1″][/better-ads]

Poesia

Amare e pregare per chi non mi ama e per chi non prega per me, mi perseguita.
Nemici e persecutori nel mio cuore e nelle mie preghiere.
Come il tuo sole e la tua pioggia, il mio amore e le mie preghiere su tutti tutti tutti.
Scaldami, bagnami, e sarò sale e sarò pioggia.
Da sola, nulla, mai.
Non ce la faccio senza te.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Mt 5, 38-42
Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Avete inteso che fu detto: “Occhio per occhio” e “dente per dente”. Ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu pórgigli anche l’altra, e a chi vuole portarti in tribunale e toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello.
E se uno ti costringerà ad accompagnarlo per un miglio, tu con lui fanne due.
Da’ a chi ti chiede, e a chi desidera da te un prestito non voltare le spalle».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.