Commento al Vangelo del giorno – 17 dicembre 2016 – don Mauro Leonardi

165

mauro-leonardi

Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo.
Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuda e i suoi fratelli,
Giuda generò Fares e Zara da Tamar, Fares generò Esròm, Esròm generò Aram,
Aram generò Aminadàb, Aminadàb generò Naassòn, Naassòn generò Salmòn,
Salmòn generò Booz da Racab, Booz generò Obed da Rut, Obed generò Iesse,
Iesse generò il re Davide. Davide generò Salomone da quella che era stata la moglie di Urìa,
Salomone generò Roboamo, Roboamo generò Abìa, Abìa generò Asàf,
Asàf generò Giòsafat, Giòsafat generò Ioram, Ioram generò Ozia,
Ozia generò Ioatam, Ioatam generò Acaz, Acaz generò Ezechia,
Ezechia generò Manasse, Manasse generò Amos, Amos generò Giosia,
Giosia generò Ieconia e i suoi fratelli, al tempo della deportazione in Babilonia.
Dopo la deportazione in Babilonia, Ieconia generò Salatiel, Salatiel generò Zorobabèle,
Zorobabèle generò Abiùd, Abiùd generò Elìacim, Elìacim generò Azor,
Azor generò Sadoc, Sadoc generò Achim, Achim generò Eliùd,
Eliùd generò Eleàzar, Eleàzar generò Mattan, Mattan generò Giacobbe,
Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù chiamato Cristo.
La somma di tutte le generazioni, da Abramo a Davide, è così di quattordici; da Davide fino alla deportazione in Babilonia è ancora di quattordici; dalla deportazione in Babilonia a Cristo è, infine, di quattordici. Matteo 1,1-17.

Commento al Vangelo

La venuta di Cristo al mondo è come una nuova creazione del mondo. C’è una storia prima del peccato, c’è una storia di caduta, c’è una storia di esilio e schiavitù, una storia di sofferenza e peccato. Poi c’è una storia di redenzione che trova in Giuseppe e Maria il primo germoglio.

Poesia

Ascolto la tua genealogia.
Sembra una nenia.
Sembra una musica.
Non è tutta bella.
Non è tutta intonata.
Qualcosa stona.
Qualcuno ha generato ma non ha amato.
Perché la vita non nasce sempre dall’amore degli uomini.
Ma è lei stessa amore.
E vince sempre.
La vita vince.
L’amore vince.

Tutto l’amore è vita.
Anche quello nato male.
Quello nato da violenza.
Da mercimonio.
Quello nato per sbaglio, per caso.
Tutto l’amore è vita.
E tutto l’amore vince.
E tutto l’amore giusto o sbagliato, bello o brutto, donato o comprato, donato o rubato.
Porta a te.
Fa nascere te.

[divider style=”solid” top=”10″ bottom=”10″][box type=”info” align=”aligncenter” ]

don Mauro offre la possibilità di lasciare intenzioni per la Messa della mattina sulla pagina Facebook del suo blog “Come Gesù” ogni giorno alle ore 19.
[/box]

Questo commento/poesia del vangelo del giorno è fatto dalla prospettiva di una delle donne senza nome che seguivano Gesù (cfr Lc 8, 1-3). Il suo nome è Zippi (Zippora).

A cura di don Mauro Leonardi – Il suo blog è “Come Gesù

[divider style=”solid” top=”10″ bottom=”10″]

[one_fourth]

[/one_fourth]

[one_fourth]

[/one_fourth]

[one_fourth]

[/one_fourth]

[one_fourth_last]

[/one_fourth_last]

“Una donna del vangelo” è anche sul network Papaboys