Commento al Vangelo del giorno – 16 Settembre 2018 – don Mauro Leonardi

97

Nel momento stesso in cui lo Spirito Santo rivela a Pietro l’essenza dell’identità di Gesù, Gesù sottolinea che la sua divinità nell’umanità non è strumento di potere, ma donazione di vita per la salvezza del mondo.

Poesia

Chi sono per te?

[better-ads type=”banner” banner=”84722″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”right” show-caption=”1″][/better-ads]

Chi sono per te?
Questa è la domanda che dice come si chiama la mia vita.
Vale per me.
Vale per te.
Vale per Dio.
Vale per tutti.
Chi sono io per chi amo?
La gente può non capire. Può non sapere.
Ma tu, amore mio, tu devi sapere, devi dirmi, chi sono per te.

Lascialo parlare apertamente.
Non vergognarti che tutti sappiano che il tuo Cristo, il tuo Dio, sarà rifiutato, soffrirà e morirà.
Lascia che tutti sappiano come sarà la sua vita.
Perché siano liberi, tutti, di seguirlo ora.
Se non lo ascoltiamo, come possiamo seguirlo?

Se non capiamo che morirà, come capiremo che risorgerà?
Risorgono solo i morti.

Lascialo parlare apertamente.
Morte e vita.
Lascialo parlare.
Qui c’è da lasciarci la vita.
Qui c’è da trovare la vita.
Voglio salvarmi ma ho bisogno di lui.
Lascialo parlare, Pietro.
Voglio conoscere i suoi pensieri.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

XXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – Anno B

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 16 Settembre 2018 anche qui.

Tu sei il Cristo… Il Figlio dell’uomo deve molto soffrire.

Dal Vangelo secondo Marco
Mc 8, 27-35
 
27Poi Gesù partì con i suoi discepoli verso i villaggi intorno a Cesarèa di Filippo, e per la strada interrogava i suoi discepoli dicendo: «La gente, chi dice che io sia?». 28Ed essi gli risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elia e altri uno dei profeti». 29Ed egli domandava loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro gli rispose: «Tu sei il Cristo». 30E ordinò loro severamente di non parlare di lui ad alcuno.
31E cominciò a insegnare loro che il Figlio dell’uomo doveva soffrire molto ed essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e, dopo tre giorni, risorgere. 32Faceva questo discorso apertamente. Pietro lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo. 33Ma egli, voltatosi e guardando i suoi discepoli, rimproverò Pietro e disse: «Va’ dietro a me, Satana! Perché tu non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini».
34Convocata la folla insieme ai suoi discepoli, disse loro: «Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. 35Perché chi vuole salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia e del Vangelo, la salverà.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 16 – 22 Settembre 2018
  • Tempo Ordinario XXIV
  • Colore Verde
  • Lezionario: Ciclo B
  • Anno: II
  • Salterio: sett. 4

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO