Commento al Vangelo del giorno – 15 aprile 2018 – Città Nuova

62

Nota Esegetica

Le frequenti apparizioni di Gesù hanno lo scopo di far comprendere ai discepoli che egli è veramente risorto e che
il suo è un corpo reale, in carne e ossa. Non è sufficiente per un cristiano credere solo che Gesù è “vivo”, ma che egli è anche “risorto”. Compito della Chiesa è di renderne testimonianza attraverso i credenti, che dimostrino con la vita santa di essere stati «rivestiti di potenza dall’alto».

Commento Spirituale

[better-ads type=”banner” banner=”84722″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”right” show-caption=”1″][/better-ads]

Gesù Risorto in persona sta in mezzo agli Undici e a quelli che erano con loro e la sua presenza in mezzo a loro porta il dono promesso, «Pace a voi», li costituisce come suoi testimoni, li radica nell’esperienza di lui Risorto in mezzo a loro. Gesù in mezzo è una delle presenze di Gesù Risorto, una presenza che c’è sempre stata ma ora è venuta in evidenza.

«La realtà di Gesù in mezzo c’è sempre stata nella Chiesa: la verità di Gesù in mezzo e anche la vita di Gesù in mezzo. Però non si è puntualizzata questa verità come in questi tempi. Gesù è sempre stato in mezzo alla sua Chiesa, sennò la Chiesa si sarebbe sfasciata. È che adesso ci rendiamo conto di questa verità e la mettiamo quindi più in pratica. Come nel XII secolo si sono resi conto del valore dell’Eucaristia, e quindi, per via di persone mistiche, poi di teologi, hanno più apprezzato l’Eucaristia». «Tutte le presenze di Gesù sono in funzione di Gesù in mezzo, perché nell’altra vita ci sarà Dio in mezzo agli uomini» (Chiara Lubich).

Dal Vangelo secondo Luca | Lc 24, 35-48

III DOMENICA DI PASQUA – ANNO B

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 15 Aprile 2018 anche qui.

Lc 24, 35-48
Dal Vangelo secondo Luca

35Ed essi narravano ciò che era accaduto lungo la via e come l’avevano riconosciuto nello spezzare il pane. 36Mentre essi parlavano di queste cose, Gesù in persona stette in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!». 37Sconvolti e pieni di paura, credevano di vedere un fantasma. 38Ma egli disse loro: «Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? 39Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa, come vedete che io ho». 40Dicendo questo, mostrò loro le mani e i piedi. 41Ma poiché per la gioia non credevano ancora ed erano pieni di stupore, disse: «Avete qui qualche cosa da mangiare?». 42Gli offrirono una porzione di pesce arrostito; 43egli lo prese e lo mangiò davanti a loro. 44Poi disse: «Sono queste le parole che io vi dissi quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella legge di Mosé, nei Profeti e nei Salmi». 45Allora aprì loro la mente per comprendere le Scritture 46e disse loro: «Così sta scritto: il Cristo patirà e risorgerà dai morti il terzo giorno, 47e nel suo nome saranno predicati a tutti i popoli la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. 48Di questo voi siete testimoni.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 08 – 14 Aprile 2018
  • Tempo di Pasqua II
  • Colore Bianco
  • Lezionario: Ciclo B
  • Anno: II
  • Salterio: sett. 2

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.