Commento al Vangelo del giorno – 14 Ottobre 2018 – don Mauro Leonardi

27

Sarebbe bellissimo che ognuno di noi avesse il desiderio di bene che alberga nel cuore di quest’uomo che si getta ai piedi di Gesù, ascolta le parole del Signore, si accorge di essere state fedele a tutto ciò che Gesù ordina al punto che Gesù lo guarda e lo ama.

Gli è mancato solo il coraggio di lasciarsi andare a quell’amore e di seguire Gesù in tutto: ma ci vuole un gran coraggio, perché significa rinunciare a sé stessi e spezzarsi e consumarsi per Dio e per il mondo. Gesù sa le nostre fragilità e ci incoraggia dicendoci che ogni nostro sforzo di amare è gradito al Signore e che Dio è grande per la sua Misericordia.

Poesia

Tu continui a guardarmi

L’eredità è per chi è figlio.
L’eredità non me la devo guadagnare.
È mia.
Se sono figlia.
È mia.
Non è con quello che farò ma con quello che sono che avrò diritto all’eredità.
Fai come me.
Non dirgli buono.
Amalo.
Sei ai suoi piedi.
Baciaglieli.
Non parlare.
Lo sai già quali sono le cose da fare.
Ma per il cielo si va con la vita, non con le parole.
Guardalo.
E amalo.
Come lui fa con te.
Come lui fa con me.
I suoi occhi portano al suo cuore.
E il suo cuore è la porta del paradiso.
E ci si entra vuoti.
Per riempirsi di lui.

Ci sono giorni.
In cui ho tutto.
In cui ho fatto tutto.
Conosco tutte le risposte.
Ho adempiuto tutti i comandamenti.
E mi sento a posto.
Mi metto in ginocchio ma non sto pregando.
Sto pretendendo.
E poi parli tu.
E mi dici che manca una cosa.
Una cosa che è tutto.
Manca il vuoto.
Manca lo spazio.
Manca la mia nudità.
Da colmare.
Da riempire.
Da rivestire.
Di te.

Se solo mi ricordassi che tu mi ami.
Sempre.
Che tu mi vuoi.
Sempre.
Che vuoi che sto con te.
Sempre.
Non mi preoccuperei di ciò che ho, di ciò che so, che faccio.
Non mi preoccuperei di ciò che non ho, non so, non faccio.
Perché sei tu la mia ricchezza.
E non ti perderò mai.
Perché tu non mi lascerai mai.

Tutto è possibile a Dio.
Portami da Dio, amore mio.
Portami Dio, amore mio.
Ti seguo.
Libera di tutto.
Da tutto.

Davanti a te che sei la mia luce.
Solo una cosa può oscurarmi.
Può togliermi la tua luce.
Se mi giro e me ne vado.
Se abbasso il capo e non ti guardo.
Solo io posso perdermi.
Solo io posso perderti.
Tu no.
Tu continui ad aspettarmi.
Tu continui a cercarmi.
Tu continui a guardarmi.
Guardami amore mio.
E dimmi.
Dimmi che puoi tutto.
E che tu farai tutto in me.
E che tu sarai il cielo in me.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

XXVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – Anno B

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 14 Ottobre 2018 anche qui.

Vendi quello che hai e seguimi.

Mc 10, 17-30
Dal Vangelo secondo Marco

17Mentre andava per la strada, un tale gli corse incontro e, gettandosi in ginocchio davanti a lui, gli domandò: «Maestro buono, che cosa devo fare per avere in eredità la vita eterna?». 18Gesù gli disse: «Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, se non Dio solo. 19Tu conosci i comandamenti: Non uccidere, non commettere adulterio, non rubare, non testimoniare il falso, non frodare, onora tuo padre e tua madre». 20Egli allora gli disse: «Maestro, tutte queste cose le ho osservate fin dalla mia giovinezza». 21Allora Gesù fissò lo sguardo su di lui, lo amò e gli disse: «Una cosa sola ti manca: va’, vendi quello che hai e dallo ai poveri, e avrai un tesoro in cielo; e vieni! Seguimi!». 22Ma a queste parole egli si fece scuro in volto e se ne andò rattristato; possedeva infatti molti beni.
23Gesù, volgendo lo sguardo attorno, disse ai suoi discepoli: «Quanto è difficile, per quelli che possiedono ricchezze, entrare nel regno di Dio!». 24I discepoli erano sconcertati dalle sue parole; ma Gesù riprese e disse loro: «Figli, quanto è difficile entrare nel regno di Dio! 25È più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno di Dio». 26Essi, ancora più stupiti, dicevano tra loro: «E chi può essere salvato?». 27Ma Gesù, guardandoli in faccia, disse: «Impossibile agli uomini, ma non a Dio! Perché tutto è possibile a Dio».
28Pietro allora prese a dirgli: «Ecco, noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito». 29Gesù gli rispose: «In verità io vi dico: non c’è nessuno che abbia lasciato casa o fratelli o sorelle o madre o padre o figli o campi per causa mia e per causa del Vangelo, 30che non riceva già ora, in questo tempo, cento volte tanto in case e fratelli e sorelle e madri e figli e campi, insieme a persecuzioni, e la vita eterna nel tempo che verrà.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 14 – 20 Ottobre 2018
  • Tempo Ordinario XXVIII
  • Colore Verde
  • Lezionario: Ciclo B
  • Anno: II
  • Salterio: sett. 4

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO