Commento al Vangelo del 8 Febbraio 2018 – don Mauro Leonardi

41

Questa pagina del Vangelo rende protagonisti gli ultimi degli ultimi: coloro che non hanno parola come i cani o che non possono venir compresi perché stranieri o ancor peggio perché “donne” esattamente come avviene la donna siro fenicia che si inginocchia di fronte a Gesù.

Ma queste creature che non hanno parola, non sanno pregare, che debbono imparare la pazienza dell’attesa, sono color che più di tutti sanno dare valore alle briciole di Cristo che sono tutto il Pane di Vita che sazia per l’eternità.

Poesia

[better-ads type=”banner” banner=”84722″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”right” show-caption=”1″][/better-ads]

Se riuscissi a ricordarmi che con una mia parola posso scacciare il demonio.
Una sola parola che passi da te a me può scacciare il demonio.

Si chiama preghiera.
Io lo chiamo stare con te e dire una sola parola.
Chiedere una sola briciola.

Il demonio si vince con una briciola.
Se solo lo ricordassi.

Se ci sei tu.
Anche sotto il tavolo, vicino alle tue gambe.
È casa.

Se ci sei tu.
Anche una briciola.
È un banchetto.

Se ci sei tu.
Il demonio è vinto da una bambina e dalla debole forza di sua madre.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Mc 7, 24-30
Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù andò nella regione di Tiro. Entrato in una casa, non voleva che alcuno lo sapesse, ma non poté restare nascosto.
Una donna, la cui figlioletta era posseduta da uno spirito impuro, appena seppe di lui, andò e si gettò ai suoi piedi. Questa donna era di lingua greca e di origine siro-fenicia.
Ella lo supplicava di scacciare il demonio da sua figlia. Ed egli le rispondeva: «Lascia prima che si sazino i figli, perché non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini». Ma lei gli replicò: «Signore, anche i cagnolini sotto la tavola mangiano le briciole dei figli». Allora le disse: «Per questa tua parola, va’: il demonio è uscito da tua figlia».
Tornata a casa sua, trovò la bambina coricata sul letto e il demonio se n’era andato.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

don Mauro offre la possibilità di lasciare intenzioni per la Messa della mattina sulla pagina Facebook del suo blog “Come Gesù” ogni giorno alle ore 19.

Questo commento/poesia del vangelo del giorno è fatto dalla prospettiva di una delle donne senza nome che seguivano Gesù (cfr Lc 8, 1-3). Il suo nome è Zippi (Zippora).

A cura di don Mauro Leonardi – Il suo blog è “Come Gesù

[amazon_link asins=’887180998X,8881556723,8881555336,8881556464′ template=’ProductCarousel’ store=’ceriltuovol04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’76406a09-5781-11e7-a690-e73f53bf67d8′]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.