Commento al Vangelo del 31 Marzo 2018 – don Mauro Leonardi

202

La rivelazione del Risorto è preceduta da un atto d’amore: l’acquisto dell’olio per ungere il corpo del Signore, il cammino affrettato verso il suo sepolcro intrapreso di mattina presto, appena possibile, appena lecito.

A questo amore risponde un amore più grande: il peso del masso del sepolcro è già rimosso. Non c’è aria di morte presso di esso, ma un giovane in bianche vesti e pieno di luce.

Poesia

Non abbiate paura, voi! non temete…
Avevo già ubbidito all’angelo, niente paura.
Il terremoto, l’angelo sfolgorante.
Niente paura.
Insieme alla pietra sono rotolate via le mie paure.
Anche il mio cuore era chiuso, la mia vita era chiusa.
Ora è tutto aperto, spalancato.
Tu che mi vieni incontro, la tua voce.
Detto da te, no, amore mio.
Non ho paura.
Sono un po’ senza fiato.
Parla di più.
Dimmi qualcos’altro.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Mt 28,1-10
Dal Vangelo secondo Matteo

Passato il sabato, Maria di Màgdala, Maria madre di Giacomo e Salòme comprarono oli aromatici per andare a ungerlo. Di buon mattino, il primo giorno della settimana, vennero al sepolcro al levare del sole. Dicevano tra loro: «Chi ci farà rotolare via la pietra dall’ingresso del sepolcro?». Alzando lo sguardo, osservarono che la pietra era già stata fatta rotolare, benché fosse molto grande. Entrate nel sepolcro, videro un giovane, seduto sulla destra, vestito d’una veste bianca, ed ebbero paura. Ma egli disse loro: «Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. È risorto, non è qui. Ecco il luogo dove l’avevano posto. Ma andate, dite ai suoi discepoli e a Pietro: “Egli vi precede in Galilea. Là lo vedrete, come vi ha detto”».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

don Mauro offre la possibilità di lasciare intenzioni per la Messa della mattina sulla pagina Facebook del suo blog “Come Gesù” ogni giorno alle ore 19.

Questo commento/poesia del vangelo del giorno è fatto dalla prospettiva di una delle donne senza nome che seguivano Gesù (cfr Lc 8, 1-3). Il suo nome è Zippi (Zippora).

A cura di don Mauro Leonardi – Il suo blog è “Come Gesù

[amazon_link asins=’887180998X,8881556723,8881555336,8881556464′ template=’ProductCarousel’ store=’ceriltuovol04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’76406a09-5781-11e7-a690-e73f53bf67d8′]