Commento al Vangelo del 30 Aprile 2020 – Padre Antonio Salinaro

275

«Nessuno può venire a me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno.

La resurrezione dipende dall’attrazione che il cielo ha nella nostra vita, dipende da quanto siamo attratti dal padre che Gesù ci mostra. Essere attraente e una caratteristica di Dio che rinvia ad una relazione passionale, piena di desiderio e amorevole. Ognuno di noi vorrebbe fare questa bellissima esperienza. abbiamo un modo per farlo: non accontentarci di avere uno sguardo e una portata solo orizzontale ma essere capaci di guardare il cielo che è il nostro intimo, il nostro cuore, i nostri desideri e passioni.

Guardare il cielo è non fermarsi alle apparenze; guardare il cielo è soffermarsi sulle cose; guardare al cielo e cercare di amare con le caratteristiche di Gesù.. guardare al cielo è il dono più grande che possiamo fare alla nostra vita… infatti solo in questo modo il cielo diventa la terra che viviamo.

Buona giornata.



AUTORE: p. Antonio Salinaro
FONTE:
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

ACCOUNT FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER