Commento al Vangelo del 28 Aprile 2020 – p. Ermes Ronchi

476

IO SONO PANE TUO

Gv 6,30-35
Come al tempo di Mosè vi ha dato la manna, così il Padre mio vi dà il pane dal cielo, quello vero. Gli dissero allora: Signore, dacci sempre di questo pane. Gesù disse loro: io sono il pane della vita.

Dio dà il pane dal cielo. Due parole semplicissime, eppure chiave di volta della rivelazione biblica: Dio dà.
Dio non domanda, Dio dà.
Dio non pretende, Dio offre.
Dio non esige nulla, dona tutto.
Come un genitore. Dare nutrimento è atto materno e paterno.
Tutto si gioca lì, nelle cose che il padre e la madre ti hanno dato: credere o non credere, fidarsi o non fidarsi, umanizzarsi o no…

Dio dà…ma non può dare nulla di meno di se stesso. Dandoci se stesso ci dà tutto.
Siamo davanti a uno dei vertici del vangelo, a uno dei nomi più belli di Dio: Donatore. Dalle sue mani la vita fluisce illimitata e inarrestabile.
A questo Gesù aggiunge una pretesa assoluta: sono io il pane della vita. Non distribuisce più il pane, distribuisce se stesso come pane.

Nutrire la vita è l’opera propria di Dio. Offrire bocconi di vita ai morsi dell’umana fame. Pane di cielo cerca l’uomo: vuole addentare la vita, goderla e gioirne in comunione, saziarsi d’amore, ubriacarsi del vino di Dio, che ha il profumo stordente della felicità.
L’uomo nasce affamato, essere vivi è avere fame di vita, avere dentro “il morso del più” (L. Ciotti), fame di più libertà e più creatività e più alleanza e più bellezza. E Gesù ne conosce il segreto.

Sono pane: credere è come mangiare un pane, che assaporo in bocca e poi faccio scendere nell’intimo, che assimilo e si dirama per tutto l’essere, Gesù in me si trasforma in cuore, calore, energia, sguardo, pensieri, sentimenti, canto.

GESÙ NON È VENUTO A PORTARCI UN CATECHISMO, una serie di dogmi e precetti, MA INTENSIFICAZIONE DI VITA, e ad accendere desiderio di più luminosa vita.
Il cristianesimo è pane, vita divina da assimilare, una calda corrente d’amore che entra e fa fiorire le radici del cuore.


Qui puoi leggere tutti i commenti al Vangelo di p. Ermes Ronchi

AUTORE: p. Ermes Ronchi
FONTE:
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

INSTAGRAM

TWITTER