Commento al Vangelo del 26 Febbraio 2020 – Padre Antonio Salinaro

238

Oggi mercoledì delle ceneri la chiesa ci invita alla penitenza (conversione) per aiutarci ad assumere una mentalità di libertà, da noi stessi:
Dunque, quando fai l’elemosina: liberarsi dal possesso per iniziare ad avere una mentalità sussidiaria che sa fare a meno per se per rendere libero qualcun altro … non c’è libertà più grande…

quando pregate, non siate simili agli ipocriti: sapersi relazionare con Dio e con se stessi consapevolmente per essere liberi di sostare nelle nostre ombre senza giudizio ma sapendo che insieme con noi Dio rischiara il nostro cuore e ci rende liberi di essere noi stessi senza camuffamenti…

quando digiunate, non diventate malinconici:
Saper essere così attenti a se stessi e così liberi da se stessi da poter controllare i propri bisogni senza esserne preda … conversione alla libertà, per camminare spediti nella vita e soprattutto gioiosi di esserne un po’ padroni!!!

Buona giornata

A cura di p. Antonio Salinaro su Facebook


Il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.
Dal Vangelo secondo Matteo Mt 6,1-6.16-18 In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «State attenti a non praticare la vostra giustizia davanti agli uomini per essere ammirati da loro, altrimenti non c’è ricompensa per voi presso il Padre vostro che è nei cieli. Dunque, quando fai l’elemosina, non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipòcriti nelle sinagoghe e nelle strade, per essere lodati dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, mentre tu fai l’elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua elemosina resti nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà. E quando pregate, non siate simili agli ipòcriti che, nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, amano pregare stando ritti, per essere visti dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu preghi, entra nella tua camera, chiudi la porta e prega il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà. E quando digiunate, non diventate malinconici come gli ipòcriti, che assumono un’aria disfatta per far vedere agli altri che digiunano. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu digiuni, profùmati la testa e làvati il volto, perché la gente non veda che tu digiuni, ma solo il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà». Parola del Signore