Commento al Vangelo del 23 Settembre 2020 – Padre Antonio Salinaro

178

Certo che noi uomini e donne del nostro tempo abbiamo un grande potere che Dio stesso ci ha donato: possiamo curare le ferite del cuore e della vita o possiamo infliggerle e inoltre possiamo aprire speranze future annunciando buone notizie oppure tingere con tinte fosche quello che sarà e rischiare di ammalare chi ci incontra di tristezza e rassegnazione! Gesù si fida di noi!

Sa che possiamo continuare a sorridere alla vita e sopratutto a far sorridere gli altri; sa che possiamo con uno sguardo tenero consolare i cuori; sa che possiamo andare incontro agli altri senza arricchirci di difese ma liberamente per quelli che si è…. ma la cosa più entusiasmante: questo avviene senza dover essere super eroi, ne con poteri soprannaturali.. basta essere se stessi con la voglia di incontrare l’altro/a e con l’altro/a costruire il mondo di Dio… il regno di Dio non è per i solitari ma per chi ama la bellezza di fare le cose insieme! Solo così anche la natura potrà ascoltare un grido di speranza…

E li mandò ad annunciare il regno di Dio e a guarire gli infermi.
Allora essi uscirono e giravano di villaggio in villaggio, ovunque annunciando la buona notizia e operando guarigioni.


Via Facebook