Commento al Vangelo del 18 novembre 2017 – don Mauro Leonardi

192

Gesù attraverso questo paradosso ci fa comprendere come opera la giustizia di Dio. Se fa il bene perfino un giudice senza scrupoli che opera solo per non venir importunato dalla vedova, cioè se fanno il bene perfino uomini crudeli che operano per il proprio tornaconto, tanto più farà il bene Dio che è la giustizia coniugata nel verbo dell’amore.

Poesia

Non mi piace quando ti chiedono sempre.
Come sarà?
Dove sarà?
Quando sarà?
Sarà.
Punto.
Sarà come è stato già.
Come è successo già.
Accadrà, sarà, nel mezzo della nostra vita.
Ad un certo punto.
Nelle cose di ogni giorno.
Sarà.
Rimarremo così.
Così come siamo.
Così come facciamo.
Ogni giorno.
Tutti i giorni.
Lo vedremo.
E lui ci vedrà.
Tra le sue braccia .
O a terra.
Arriverà lui.
Arriveranno gli avvoltoi.
E sarà chiaro.
Sarà chiaro come sarà.
Basta domande.
Fatemi stare con lui.
Amore mio.
Non lasciarmi.
Mai.

Non so quando sarà.
So che sarà quando vorrai tu.
E mi basta.
Non so come sarà.
So che sarà come vorrai tu.
E mi basta.
Non riesco a ricordare di Noè e Lot.
So di me e di te.
Ed è amore.
Ed è un’intera vita donata.
Vita in attesa di te.
E mi basta.
Se sarà giorno.
Starò lavorando e i pensieri saranno sempre pieni di te.
Mi girerò verso di te.
E lascerò tutto.
E sarà per sempre.
Subito.
Che gioia.
Se sarà di notte.
Sarò a letto e i sogni saranno pieni di te.
Mi alzerò verso di te. Non scenderò.
E lascerò tutto.
E sarà per sempre.
Subito.
Che gioia

E’ un giorno come un altro.
Pieno di te.
Ho preparato la casa.
La tavola è pronta.
Ho comprato il necessario.
Finito ogni lavoro fuori e dentro casa.
E’ un giorno come un altro.
Pieno di te.
Tutto può iniziare.
Tutto può finire.
Se arriverai.
Mi troverai pronta.
Le mani vuote.
Senza nulla.
Tutto lasciato.
La vita lasciata nei giorni vissuti.
Vita e giorni.
Piena di te.
Pieni di te.
Vieni a prendermi.
Amore mio.

Ho paura della morte.
Non voglio una vita annegata.
Se tu sei con me.
Nel mio cuore, quando amo.
Nelle mie mani, quando cucino e servo a tavola.
Nelle mie gambe quando vado al mercato.
Nella mia mente quando faccio i conti e compro.
Nella mia bocca quando rido.
Se tu sei con me.
Fuoco, zolfo non pioveranno su di me.
Ho paura della morte.
Vinco la morte con la vita.
Quella quotidiana.
Unita a te ogni giorno.
Ho paura della morte.
Vincerò la morte con la vita.
Quella eterna.
Che mi porti tu.
Sarò nel mio letto ad aspettarti.

Non ho paura degli avvoltoi.
Non morirò.
Non sono cadavere per loro.
Perché la mia vita l’ho data a te.
E io non ho più nulla da prendere in casa.
Nulla da prendere nel campo.
È tutto qui con me.
Nel mio letto.
Corpo e anima: ecco la mia vita.
Donata a te.
Tutti i giorni.
Gli avvoltoi non mi troveranno perché sarò con te.
Dove ho sempre desiderato stare.
Tra le tue braccia.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Lc 18, 1-8
Dal Vangelo secondo  Luca

In quel tempo, Gesù diceva ai suoi discepoli una parabola sulla necessità di pregare sempre, senza stancarsi mai:
«In una città viveva un giudice, che non temeva Dio né aveva riguardo per alcuno. In quella città c’era anche una vedova, che andava da lui e gli diceva: “Fammi giustizia contro il mio avversario”.
Per un po’ di tempo egli non volle; ma poi disse tra sé: “Anche se non temo Dio e non ho riguardo per alcuno, dato che questa vedova mi dà tanto fastidio, le farò giustizia perché non venga continuamente a importunarmi”».
E il Signore soggiunse: «Ascoltate ciò che dice il giudice disonesto. E Dio non farà forse giustizia ai suoi eletti, che gridano giorno e notte verso di lui? Li farà forse aspettare a lungo? Io vi dico che farà loro giustizia prontamente. Ma il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

don Mauro offre la possibilità di lasciare intenzioni per la Messa della mattina sulla pagina Facebook del suo blog “Come Gesù” ogni giorno alle ore 19.

Questo commento/poesia del vangelo del giorno è fatto dalla prospettiva di una delle donne senza nome che seguivano Gesù (cfr Lc 8, 1-3). Il suo nome è Zippi (Zippora).

A cura di don Mauro Leonardi – Il suo blog è “Come Gesù

[amazon_link asins=’887180998X,8881556723,8881555336,8881556464′ template=’ProductCarousel’ store=’ceriltuovol04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’76406a09-5781-11e7-a690-e73f53bf67d8′]