Commento al Vangelo del 18 dicembre 2017 – don Mauro Leonardi

205

Nella fede cristiana, ogni proposizione del credo è storicamente situata, incarnata e collocata nella storia, in modo preciso e dettagliato: perché la fede cristiana non è fede in valori, in dogmi o proposizioni astratte, per quanto belle e affascinanti: è, innanzi tutto, fede, abbandono in una persona, un Dio-uomo che si è incarnato ed è venuto in mezzo a noi per salvarci.

Poesia

Mi fa tenerezza Giuseppe, Gesù mio, che si riempie di pensieri e rimurgina cosa poter fare senza fare del male a Maria e poi decide e poi crolla addormentato.
E lui dorme con te nei pensieri suoi.
E poi si alza e fa quello che gli avevi detto tu che era quello che voleva fare lui, l’unica cosa che voleva fare: prendere con sé la sua sposa.
Che pagina di amore meraviglioso.
Mi fai vivere una cosa così pure a me?
Vai in sogno a qualcuno e gli dici di non aver paura di prendermi, che io sono pulita, pulita da te e può prendermi?

 

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Mt 1, 18-24
Dal Vangelo secondo Matteo

Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto.
Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».
Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta:
«Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio:
a lui sarà dato il nome di Emmanuele»,
che significa «Dio con noi».
Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore e prese con sé la sua sposa.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

don Mauro offre la possibilità di lasciare intenzioni per la Messa della mattina sulla pagina Facebook del suo blog “Come Gesù” ogni giorno alle ore 19.

Questo commento/poesia del vangelo del giorno è fatto dalla prospettiva di una delle donne senza nome che seguivano Gesù (cfr Lc 8, 1-3). Il suo nome è Zippi (Zippora).

A cura di don Mauro Leonardi – Il suo blog è “Come Gesù

[amazon_link asins=’887180998X,8881556723,8881555336,8881556464′ template=’ProductCarousel’ store=’ceriltuovol04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’76406a09-5781-11e7-a690-e73f53bf67d8′]